Vivi&Scrivi

C'è chi scrive per vivere e chi vive per scrivere
non faccio né l'uno né l'altro, semplicemente scrivo quello che sento
 
IndiceIndice  PortalePortale  GalleriaGalleria  FAQFAQ  RegistratiRegistrati  Accedi    
La speranza è il peggiore dei mali, perchè prolunga il tormento degli uomini - Friedrich Nietzche -

Condividi | 
 

 MI HA SALVATA UN UCCELLINO

Andare in basso 
AutoreMessaggio
wagena
utente
utente
avatar

Femmina
Numero di messaggi : 107
Località : Un bosco sul mare
Umore : pestifero
Punti : 21
Data d'iscrizione : 23.04.08

MessaggioTitolo: MI HA SALVATA UN UCCELLINO   Gio Lug 24, 2008 8:02 pm

Ieri stavo facendo la solita passeggiatina nell'ora di pranzo, nulla di particolare, praticamente il giro dei carcerati nell'ora d'aria , che consiste nell'attraversare a piedi l'isolato più volte, tanto per sgranchirmi le gambe e non diventare una vecchia cariatide .
Tutti i giorni passo davanti al Palazzo dell'Agenzia delle Entrate e qualche metro prima c'è un bar gazebo con annessa panetteria focacceria, pizzeria .
E c'è sempre, immancabilmente, anche lui.
Si apposta sul cancello di ferro e cinguetta forte, rivolto a chi consuma il classico toast o panino farcito, come per dire : aho', ci sono anche io, datemi un po' di briciolineee!!! . E' un uccellino simpatico e furbo, una passera mattugia che ha capito che se si mette lì dove gli umani mangiano, qualcosa ci scappa sempre per il suo becco.
Ieri, mentre stavo passando, l'ho sentito cinguettare forte, ho alzato il capo ed era lì al solito posto, alla solita ora, che urlava la sua fame. Nel gazebo un sacco di gente che mangiava ed era intenta a discorrere, pareva non sentire il cinguettìo , oppure lo sentiva come rumore di fondo.
Sono entrata in panetteria per comprargli un panino ( non è la prima volta che lo faccio) e darglielo, stavo aspettando che mi servissero, quando ho sentito un incredibile CRASH , un frastuono tremendo, e subito dopo urla e sirene di polizia e pompieri che accorrevano.
Sono uscita con il panino ed ho visto che, dove avrei dovuto passare se non mi fossi attardata a comprare, c'era un ammasso di tavolame e ferro, una montagna che aveva colpito anche alcune macchine posteggiate e tutta la strada.
Era crollato tutto il ponteggio dei restauri del palazzo dell'Agenzia delle Entrate !!!!! Tredici piani di ponteggi tra Via Colombo , Vico della Gazzella e Via Palmaria.
Un disastro ma, miracolosamente, sotto non c'era nessun essere umano, a quell'ora anche gli operai erano tutti intenti a sgranocchiare il pasto nei vari bar ed io, Elena la pazza, stavo comprando un panino per un uccello.
Fiuuuuuuuuuuu!! Grazie uccellino , ti devo la vita , ma dove sei? Ho del pane fresco fresco tutto per te.
L'ho appoggiato aperto sull'aiuola e, dopo un secondo, frrrrrrrrrrrrrrrrrr, il fruscìo delle sue alucce , ed eccolo lì a beccare. Mi guardava , beccava, ed ogni tanto emetteva un ciiiiip con la bocca piena, come per ringraziare, felice.
Ero felice anche io mentre pensavo che spesso non ci rendiamo conto che oggi ci siamo e domani potremmo non esserci , indipendentemente dallo stato di salute, perchè anche il fato talvolta è bastardo e scompiglia le carte.
Perciò, uccellino mio, ti voglio dare un nome, ti chiamerò
Frullo d' Angelo
e ogni giorno avrai un panino per te
e la mia gratitudine

09.05.2008
Torna in alto Andare in basso
http://oceanisocchiusi.spaces.live.com/
 
MI HA SALVATA UN UCCELLINO
Torna in alto 
Pagina 1 di 1
 Argomenti simili
-
» Casa tilda & uccellino

Permessi di questa sezione del forum:Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum
Vivi&Scrivi :: VIVI&SCRIVI MEDITANDO :: PAGINE DI DIARIO-
Vai verso: